fbpx

Le unioni civili sono legge: oggi l’orgoglio gay è italiano!

italia arcobaleno

Le unioni civili sono legge! Approdo Arcigay Genova esprime grande felicità perché l’Italia ha finalmente scelto di riconoscere l’esistenza dell’amore fra persone dello stesso sesso e l’11 maggio 2016 è già diventata una data storica.
Questo è il primo vero passo importante nella lotta contro l’omofobia.

Anche la Liguria si conferma sulla stessa linea, infatti il 10 maggio scorso il Consiglio comunale della Spezia ha approvato la mozione del consigliere Roberto Masia (Sinistra Unita per il Socialismo Europeo) e da ora la Città della Spezia si aggiunge all’elenco delle Pubbliche Amministrazioni liguri che fanno parte della Rete RE.A.DY, Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere promossa dal Comune di Torino. Oltre a Ringraziare il consigliere Masia e il Consiglio comunale, ringraziamo la Rete Anti Omofobia e Transfobia di La Spezia, associazione che si batte per i diritti LGBT nello spezzino che ha partecipato alla seduta.

Oggi quindi festeggiamo, sentendo che le Istituzioni sono accanto a noi e che lavorano per la “pari dignità sociale” e per “il pieno sviluppo della persona umana” come dice la Costituzione (art. 3). Il lavoro di Arcigay però non è finito. La recente aggressione genovese e le continue richieste di aiuto ci impongono di riflettere sulla situazione sociale genovese e italiana.
Continueremo a lavorare per ottenere il matrimonio egualitario e l’adozione da parte delle coppie omosessuali, per chiedere una legge contro l’omofobia, per la conoscenza ed il rispetto delle vite delle persone omosessuali e transessuali attraverso l’incontro e la promozione culturale, per sostenere tutte le persone che quotidianamente si rivolgono a noi.