Parole d’Inciampo > Arcigay Genova per il Giorno della Memoria 2018

Arcigay Genova per il Giorno della Memoria

Parole d’Inciampo

Spettacolo itinerante con parole, musica, video e installazioni
Domenica 4 febbraio 2018, ore 16.30 e 17.00
Museo-Teatro della Commenda di Pré

La persecuzione degli omosessuali nella Germania nazista è stata una delle prime persecuzioni ad essere messa in atto dal Nazismo; nel tempo di pochi mesi dalla salita al potere, la vita gay tedesca, fervente soprattutto a Berlino, è stata drasticamente interrotta e con questa la crescita del primo movimento omosessuale della storia. Subito sono cominciati la deportazione e gli esperimenti medici. Questi ultimi furono particolarmente violenti, perché perpetrati allo scopo di comprendere le ragioni della “deviazione sessuale” e di trovarne una “cura”. L’Omocausto, cioè lo sterminio degli omosessuali, è stato studiato molto tardi e molto meno di altre deportazioni. Le cause sono da cercare non solo nelle difficoltà personali di chi avrebbe dovuto rivelare il proprio orientamento sessuale, ma anche nel riconoscimento dell’omosessualità come un crimine. Va ricordato che chi veniva internato in un campo di concentramento per omosessualità, ne usciva per essere incarcerato per il crimine di sodomia. Il titolo dello spettacolo nasce dalla riflessione su come racconti e storie della deportazione siano presenti nel nostro vivere quotidiano e spiega la necessità di ritrovarli e comprenderli, così come succede per le pietre di inciampo di Gunter Demnig.

Programma

– Presentazione e saluti istituzionali

– Introduzione musicale
Giuseppe Laruccia, clarinetto (docente del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova)
Endrio Luti, fisarmonica (docente del Conservatorio Giacomo Puccini di La Spezia)

 

1. L’alloggio segreto, testi tratti da Diario di Anne Frank, interpretazione di Irene Lamponi
2. In viaggio, testo di Matteo Monforte, interpretazione di Eugenio Ripepi
3. Dora Venezia, testo adattato da Una gioventù offesa di Chiara Bricarelli, interpretazione di Marcella Silvestri
4. Aimée & Jaguar, testo adattato da Aimée & Jaguar di Erica Fischer, interpretazione di Lisa Galantini
5. Liliana Segre, testo adattato da Testimonianza di Liliana Segre a cura di Silvia Romero, interpretazione di Carla Peirolero
6. Yossl Rakover, testo adattato Yossl Rakover si rivolge a Dio da Zvi Kolitz, interpretazione di Dario Manera
7. Dimenticare a Memoria, installazioni a cura dell’Accademia Ligustica di Belle Arti: a) Riproduzione audio del testo adattato da La scelta di Sophie di William Styron, interpretato da Simona Garbarino e Danilo Spadoni; b) installazione sonora; c) performance; d) video installazione; e) installazione fotografica e materica.
8. Il barbaro assassinio del mio amore, testo da Moi, Pierre Seel, déporté homosexuel di Pierre Seel, tradotto da Marina La Farina, interpretazione di Danilo Spadoni
9. Purga, testo di Claudio Tosi, interpretazione di Fabrizio Costella

– Accompagnamento musicale durante l’uscita a cura del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova

 

Crediti

L’evento è patrocinato da Comune di Genova, Centro culturale Primo Levi, Comunità Ebraica di Genova, AND – Associazione Nazionale Ex Deportati, ILSREC – Istituto Ligure per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea.

Interpretazioni degli attori Fabrizio Costella, Lisa Galantini, Simona Garbarino, Irene Lamponi, Dario Manera, Carla Peirolero, Eugenio Ripepi, Marcella Silvestri, Danilo Spadoni.

Gli autori di testi inediti sono Matteo Monforte e Claudio Tosi.

Allestimento a cura degli insegnanti e degli studenti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti. Allestimenti e scenografie: studenti della Scuola di Scenografia; docenti: Benedetta Dalai e Pietro Millefiore. Ambientazioni luminose: studenti del corso di Illuminotecnica; docente: Liliana Iadeluca. Installazioni multimediali: studenti del corso di Installazioni Multimediali; docente: Simona Barbera.

Interventi musicali a cura del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova e del Conservatorio Giacomo Puccini di La Spezia. Giuseppe Laruccia, clarinetto (docente del Conservatorio Niccolò Paganini di Genova) e di Endrio Luti, fisarmonica (docente del Conservatorio Giacomo Puccini di La Spezia).

Installazioni sonore di Alessandro Bartolena.

Illustrazioni di Letizia Iannaccone.

Con la collaborazione di Mu.MA. Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, Commenda di San Giovanni di Pré, Associazione Promotori Musei del Mare e della Navigazione, Cooperativa Solidarietà e Lavoro, Festival e Compagnia Suq, Agedo Genova, Apertamente Arcigay Savona, Movimento Imperiese Arcobaleno – Arcigay Imperia, Tessere Le Identità Alessandria, Stanza della Poesia, Comunità di San Benedetto al Porto, Arci Liguria, Arci Genova, Associazione Culturale Cogoleto OTTO, Coordinamento UIL Diritti.

Contributo finanziario di Anlaids, Coop Liguria, Pampling Genova.

L’evento è stato progettato e realizzato da Arcigay Genova. Direzione e coordinazione di Domenico Lazzaro e Claudio Tosi. Comunicazione: Stefano Bacchi, Ana Paula Gonzalez Torres, Alessio Pescetelli. Grafica: Serena Massari. Ricerca sponsor: Luca Formisano, Fabio Posadino, Ilaria Schizzi, Luisa Vota. Testi: Martino Borra, Marta Traverso.