Storie di vita omosessuale

storie di vita omosessuale

Essere gay o lesbica non mi rende così differente dalle altre persone. Anche io faccio la spesa, viaggio intorno al mondo o sogno di poterlo fare, invecchio, mi raccapezzo alla ricerca di un lavoro che mi soddisfi, prendo le medicine se mi ammalo, rimprovero i miei figli se non riordinano la camera, mi addormento davanti alla tv più spesso di quanto vorrei.

Essere gay o lesbica, direbbe Woody Allen, è un po’ come tutto il resto. Ma anche diverso. Specifico. La mia vita è fatta di alcune storie banali e altre più interessanti, come la tua, come tutte. C’è n’è una, però, tra le molte che mi appartengono, che ho voglia di condividere con te. Centra con il fatto che sono gay o lesbica, ma anche con il fatto che mi chiamo Chiara e tengo una rubrica su un sito web molto noto fra le ragazze.
Che mi chiamo Silvia e ho fatto volontariato in Africa.
Che mi chiamo Michele e insieme al mio compagno siamo papà di due gemellini.
Che mi chiamo Michela e sono co-autrice di un’antologia di racconti, il cui ricavato sarà devoluto per una buona causa.
Che mi chiamo Andrea e ho manifestato contro i gruppi di estrema destra in Ungheria.
Che mi chiamo… seguimi e lo scoprirai.

Arcigay Genova – Approdo Ostilia Mulas ringrazia di cuore le amiche e amici che hanno scelto, e sceglieranno, di condividere con te le loro Storie di vita omosessuale.

Il programma (in continuo aggiornamento)