A Genova prima trascrizione di matrimonio gay alla vigilia del Pride

Venuti a conoscenza dalla stampa che il Comune di Genova ha trascritto per la prima volta un matrimonio tra persone dello stesso sesso celebrato all’estero (nel caso specifico Regno Unito), Approdo Ostilia Mulas – Arcigay Genova esprime la sua piena soddisfazione e gratitudine nei confronti di una Amministrazione che continua a lavorare per la parità dei diritti.

Questo provvedimento è in continuità con un percorso da tempo avviato e che nel 2013 ha visto il Consiglio comunale approvare il registro delle Unioni civili.

Recentemente (23 giugno 2015) anche il Comune della Spezia, secondo capoluogo ligure per numero di abitanti, ha approvato in Consiglio comunale una mozione che prevede la trascrizione dei matrimoni gay; lo Sportello legale di Arcigay Genova, consultato durante il lavoro preparatorio dal Consigliere Roberto Masia, ha fornito le informazioni giuridiche necessarie.

“In autunno avevamo iniziato a chiedere al Sindaco Marco Doria di trascrivere i matrimoni”, spiega Claudio Tosi, Presidente di Approdo Arcigay Genova. “La risposta ci arriva alla vigilia del Liguria Colorata Pride, in piena sintonia con la giornata che stiamo per celebrare”.

Quindi l’associazione tutta ringrazia i Sindaci Marco Doria di Genova e Massimo Federici della Spezia, consapevole che la trascrizione non ha valore giuridico effettivo, ma che questo è un gesto dal grande valore politico e umano, che leggiamo come una importante vicinanza istituzionale alle persone di queste città.