Comandante ad Auschwitz

Rudolf Höß ricoprì diversi incarichi nei campi di concentramento negli anni compresi tra il 1934 e il 1938, iniziando una carriera, all'interno dell'amministrazione concentrazionaria, che non avrebbe più abbandonato fino al termine della Seconda Guerra Mondiale.
A partire dal 4 maggio 1940 gli venne affidata la costruzione ed amministrazione del campo di Auschwitz, che da una vecchia caserma polacca trasformò  nel più grande centro di sterminio del regime nazionalsocialista.

Nel corso del Processo di Norimberga Höß rispose con freddezza disarmante alle domande che gli erano state poste, discutendo con calma dell'organizzazione del campo di Auschwitz e delle strutture impiegate per portare a termine il compito assegnatogli.
Scrisse inoltre un memoriale autobiografico (pubblicato con il titolo di Comandante ad Auschwitz) da cui vengono qui tratti alcuni testi che riguardano il trattamento riservato agli omosessuali.

La lettura viene presentata come un interrogatorio, con l’intenzione di richiamare il processo di Norimberga.

Testo: Rudolf Höß - "Comandante ad Auschwitz"
Attore: Dario Polmonari